Trincerati o isolati?

Dauer

Discussione con esperti su YouTube

Kurztext

Una discussione con esperti nel contesto delle Giornate di educazione politica in lingua tedesca.

Langtext

Con i suoi 65.000 m2, il forte di Fortezza è il più grande complesso storico dell'Alto Adige. La costruzione del forte inizió nel 1833 sotto l'imperatore Francesco I e fu poi inaugurato dall'imperatore Ferdinando I nel 1838 dopo solo cinque anni di costruzione. Circa 100 anni dopo, nelle immediate vicinanze, fu costruito il "Vallo Alpino" con oltre 300 bunker sparsi in tutto l'Alto Adige, seguito qualche decennio dopo dalla base NATO di Natz-Schabs. Tutte le fortificazioni avevano un solo scopo: proteggersi da un nemico mentre si era trincerati nei bunker.

Ora è più di un anno che viviamo con la pandemia del Coronavirus e i suoi effetti. Queste circostanze particolari permettono molte associazioni, anche se non sono assolutamente da paragonare alle circostanze che precedono lo sfondo bellico. Tuttavia, ci sono stati di sentimento ed emozioni che vengono percepiti in modo simile: ci sentiamo imprigionati, privati delle nostre libertà fondamentali, non ci è permesso di decidere spontaneamente dove andare, viaggiare, con chi incontrarsi. Anche i valori vengono messi in discussione: la libertà è davvero un diritto fondamentale? Cosa significa democrazia, in un'epoca in cui abbiamo la sensazione che altri decidano della nostra vita quotidiana? Che effetto ha per noi? Che effetto fa ai nostri figli? Ma queste restrizioni possono celare anche delle opportunità? Per esempio, l'immersione nei processi creativi grazie all'eliminazione della pressione sociale?

 

Moderazione: Anita Rossi, giornalista e curatrice
Esperti partecipanti e persone interessate:
• Annemarie Augschöll, professoressa di Scienze della Formazione presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano
• Sabine Cagol, presidente della Camera degli Psicologi, psicologa e psicoterapeuta sistemica
• Elisa Grezzani, artista
• Daniela Höller, garante per l’infanzia e l‘adolescenza dell'Alto Adige
• Peter Koler, direttore Forum Prevenzione Bolzano
• Ulrike Loch, sociologa della Facoltà di Scienze della Formazione della Libera Università di Bolzano
• Leon Pergjoka, sociologo e presidente del Comitato consultivo per l'integrazione e la migrazione della città di Brunico
• David Pfattner, pedagogo sociale del KVW Giovanile
• Roger Pycha, direttore del Servizio psichiatrico di Bressanone
• Sheno Sanjani, migrante dal Kurdistan, Iran
• Jan Unterhofer, studente

Ulteriori informazioni sulla campagna: https://secure.provinz.bz.it/politische-bildung/aktionstage.asp?news_action=4&news_article_id=653464#archiv